Casa del Bene Comune

CASA DEL BENE COMUNE

un ecosistema per l’innovazione sociale dell’alta padovana

 

Il progetto ha l’obiettivo di far diventare la Villa del Patronato Pio X un HUB sociale, ovvero uno spazio di condivisione, lavoro, incontri, formazione, scambio di conoscenze, connessione e sviluppo di idee innovative nel quale affermare soluzioni e modelli d’impresa sostenibili. Spazio di co-working, dove il lavorare assieme non è il fine, ma il mezzo. E’ lo spazio anche per i momenti di relax, meeting, eventi, laboratori artigianali e per sperimentare performance artistiche e teatrali. Uno spazio dove far incontrare le persone ma anche imprese e enti pubblici. Oltre ad essere uno spazio fisico, l’HUB è anche una piattaforma dove condividere le proprie idee, aspirazioni, bisogni. Dove avere le risposte giuste nel momento giusto, replicare modelli e ricontestualizzarli, creare connessioni con realtà simili e complementari, sperimentare strumenti in ambienti diversi, arricchire il proprio bagaglio di conoscenze in cui nuove idee possono fluire da un luogo ad un altro, adattandosi al contesto locale e generando ulteriori soluzioni innovative. E’ uno spazio che riassume il meglio di un acceleratore d’impresa, di un incubatore di start-up, di un club esclusivo, di un think-tank. L’Hub è uno spazio dove si facilitano e si potenziano i bagagli di conoscenze già presenti tra i membri: è uno spazio che dà spazio. L’Hub vive grazie alla collaborazione, all’incontro tra persone; incontro che è la base di tutti i processi di innovazione sociale. L’attivazione di rapporti collaborativi e di scambio informativo è al centro del sistema operativo dell’ Hub. Lo scambio di pratiche e la creazione di gruppi di lavoro sono attivamente facilitati dagli host, esperti che connettono persone, pianificano eventi formativi e di discussione, individuando opportunità volte ad innescare collaborazioni tra i membri. The Hub vuole cambiare il processo di impresa a monte, agendo per realizzare soluzioni e imprese non solo attraenti, ma che siano durature, sostenibili e capaci di sostenersi finanziariamente. Partiamo dal processo di produzione, diamogli il nostro imprinting iniziando a creare condivisione di idee, esperienze, strumenti.

 

“Creiamo imprese che ci assomigliano”

 

Back to Top